top of page

C'era una volta un Erdman....


Novembre 2019


Qui ti racconto la storia di come ho preso il mio nome e di come mi ha letteralmente travolto.



Era il 21 novembre 2019. Le abbondanti nevicate avevano messo in stato di emergenza l'intera Val Pusteria. Le interruzioni di corrente su larga scala, i blocchi stradali e le strutture pubbliche e private hanno dovuto chiudere. La protezione civile ha proclamato lo status "BRAVO" per tutto l'Alto Adige.





Ricordo bene come ho seguito l'evento da casa a Vahrn e ho anche reso evidenti alcuni vecchi ricordi della mia infanzia. Ho sorriso. Ho bevuto una tazza di caffè e ho guardato i fiocchi di neve che continuavano a cadere a terra. Ho provato di nuovo a trovare un nome per la mia azienda. Nessuno dei nomi precedenti mi ha davvero convinto ed era ora di prendere una decisione. Dopotutto, volevo iniziare la mia avventura all'inizio dell'anno e fino ad allora c'era ancora molto da fare: Logo, fondazione, carta strategica e molto altro. Dopo l'infruttuosa sessione di brainstorming, ho deciso di rivolgere la mia attenzione a qualcosa di tangibile. Cercavo una credenza in cucina che desse struttura alla stanza. Tuttavia, non poteva essere troppo alto, doveva essere esattamente della misura giusta e doveva essere antico e dipinto. Dovrebbe servire come spazio di archiviazione, separazione e transizione per il soggiorno. Ultimo ma non meno importante, doveva abbinarsi all'altro armadio antico e dipinto, un cimelio della mia famiglia. E ovviamente dovrebbe costare poco. Quindi, tutto sommato, un'impresa molto difficile.




Così ho ritentato la fortuna sui noti portali, piuttosto svogliatamente, perché non avevo grandi speranze di trovare qualcosa. Dopo pochi minuti, però, mi sono imbattuto per puro caso in un annuncio pubblicitario che ha suscitato il mio interesse. Le foto erano di scarsa qualità, ma mi è piaciuto quello che ho visto. Anche le dimensioni erano quelle giuste. 15 minuti dopo ero lì, ho negoziato il prezzo e ho riposto il mobile in macchina. Le strade erano vuote ed ero felice di avere la mia Toyota RAF 4 con trazione allroad. Quando sono tornato a casa, il vicino mi ha aiutato a portare di sopra il mobile. L'ho installato e per la prima volta si è adattato perfettamente. Era buio dove l'ho raccolto, l'edificio era quasi disabitato e i proprietari avevano fretta. Non ho avuto molto tempo per dare un'occhiata più da vicino al pezzo buono. Come spesso, ho seguito il mio istinto e ho preso una decisione rapida. Dopo averlo posizionato nella sua nuova posizione, ho iniziato a pulire a fondo l'armadio e sono stato felice del mio affare. Il mobile è stato realizzato apposta per me. Tutto era esattamente come avevo immaginato. Tuttavia, questo era lontano da tutto ciò che il pezzo d'oro aveva da offrire. E me ne sono accorto solo ora. Sulla parte anteriore era visibile la scritta

Simon Erdman

18 50

Sono rimasto senza parole: in quel nevoso giorno di novembre ho ricevuto due regali.


Io non credo nei casi.



Commenti

Valutazione 0 stelle su 5.
Non ci sono ancora valutazioni

Aggiungi una valutazione
bottom of page